mercoledì 25 febbraio 2009

perenne estate


sgusciai
pian piano
in quella tana
dove
come al solito
in dormiveglia
nell'attesa
della mia
apparizione

stavano
miei cari
amici
fantasmi

occhi sgranati
pieni di ironica
allegria
mi aspettano
mi accolgono
abbracci
baci
e compagnia

mai capito
il perché
delle loro
intense risate

chissà
dettate
dalla loro
perenne
estate
in
contrapposizione
al mio eterno
inverno

mi fanno
un gran bene

2 commenti:

Allan Robert P. J. ha detto...

Que delícia descobrir o seu blog! :)

Dominique ha detto...

Que lindo..:D