sabato 21 marzo 2009

accaduto a Rio








mi vede come
tutte le sere
si alza di scatto
dalla panca
neanche cascasse
il mondo
mi piomba
addosso
il suo fetido
odore
non mi lascia
in pace
che faccio
con questo
ubriacone
carico
di parole
maleodorante
la paura
mi fa uscire
di senno
nascondo
lo sguardo
distolgo
il naso

all'improvviso
mi ricordo
del consiglio
di un amico

a un ubriaco
basta
una spinta
e vedrai
come di colpo
cadrà

di fatto
un piccolo
urto
et voilà
è crollato
sfinito

accaduto
a Rio
anni fa

3 commenti:

Cássio Amaral ha detto...

Seja bem vinda ao meu blog. Valeu sua generosidade e atenção.

Um abração de luz. Gostei dos seus escritos aqui.

Gilesteta ha detto...

SBAM!
Molto futurista.
:D

mauro ha detto...

nonna, no sapevo che ti eri ubriacata na volta... quanti secreti hai .. ? :)